Informazione giuridica

SEPARAZIONE CONIUGI: MAMMA CONDANNATA AL RISARCIMENTO DEI DANNI PER AVER OSTACOLATO I RAPPORTI DEL FIGLIO CON IL PAPÁ

La Corte di Cassazione ha confermato la condanna comminata nei confronti di una mamma che ostacolava i rapporti del figlio con il proprio Papà. “Il Tribunale di Roma, con sentenza del settembre 2011, condannò D.L. al pagamento della somma di Euro 50.000,00 in favore di N.S.R. a titolo di risarcimento del danno non patrimoniale cagionato dalla condotta della D., coniuge del N. ed affidataria del loro figlio minore M. (nato il (OMISSIS)), di ostacolo ai rapporti e alla frequentazione tra il figlio (a lei affidato in data 1 agosto 2002 a seguito di provvedimento ex art. 708 cod. proc. civ. in pendenza del procedimento di separazione personali degli stessi coniugi) ed il padre” La Corte di Appello confermava tale provvedimento avidenziando la “illiceità della condotta della D. di ostacolo agli incontri tra padre e figlio minore, come disciplinati nel tempo dai provvedimenti del giudice civile; condotta comprovata dalle relazioni dei servizi sociali e riconducibile anche alla fattispecie incriminatrice di cui all'art. 388 cod. pen., <<stante l'evidente consapevolezza dell'autrice di non rispettare le disposizioni del giudice>>”.

Cass. civ. Sez. III, Sent., 07-04-2016, n. 6790

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Ok