Informazione giuridica

SEPARAZIONE: QUANDO IL TRASFERIMENTO DEL FIGLIO MINORE VIOLA IL SUO DIRITTO ALLA BIGENITORIALITA'

"la scelta della residenza da parte del genitore affidatario o collocatario costituisce l'esercizio di un diritto inviolabile di libertà garantito dall'art. 16 Cost., rispetto al quale l'altro genitore non può opporre altre ragioni che non siano direttamente collegate all'interesse della prole, come nel caso di un evidente ostacolo all'esercizio del proprio diritto di visita, con conseguente possibilità ai sensi dell'art.

155 quater c.c., di una rimodulazione delle condizioni di affidamento; che nella specie tale esigenza ben poteva essere soddisfatta con la previsione di un potenziamento del diritto di visita nel fine settimana;….ritenuto in particolare che….il parametro costituito dall'art.155 quater c.c., u.c., ai sensi del quale "nel caso in cui uno dei due coniugi cambi
residenza o il domicilio, l'altro può chiedere, se il mutamento interferisce con l'affidamento, la ridefinizione degli accordi o dei provvedimenti adottati", risulta rispettato anche in correlazione con i parametri costituzionali e CEDU, in quanto: il mutamento di residenza non è illecito perchè realizzato dal genitore collocatario; la vicinanza dei luoghi non interferisce con il regime di visita, in quanto pienamente esercitabile secondo l'incensurabile valutazione della Corte d'Appello fondata su un esame dei fatti che non può essere rivalutato in sede di sindacato di legittimità se non specificamente censurato nel limitato confine indicato dall'art. 360 c.p.c., n. 5, attualmente vigente ed applicabile alla fattispecie; il bilanciamento degli interessi non può fondarsi sulle ragioni soggettive del trasferimento in capo al genitore collocatario, essendo la comparazione fondata sui parametri indicati dal citato art. 155 quater c.c., u.c., consistenti nella oggettiva valutazione della compatibilità della nuova sede con il regime dell'affido condiviso e con la pienezza del diritto di visita da esercitarsi sulla base di tale regime legale della titolarità e dell'esercizio della responsabilità genitoriale; il riferimento ai parametri costituzionali e CEDU è già contenuto nella valutazione comparativa indicata nel citato art. 155 quater c.c., e non può essere interpretato alla stregua di un divieto generalizzato al cambio di residenza da parte del genitore collocatario”). Ciò premesso, ritiene il Tribunale che – pur costituendo indubbiamente la scelta
della residenza da parte della ricorrente (genitore collocatario) l'esercizio di un diritto inviolabile di libertà garantito dall'art. 16 della Costituzione - nel caso di specie il trasferimento della stessa in altra città (Rimini) contrasti con il diritto del figlio minore delle parti a mantenere un rapporto significativo e continuativo con il padre, e che tale contrasto non possa essere risolto mediante una diversa articolazione del diritto di visita ed una rimodulazione delle condizioni di affidamento del minore medesimo. Al riguardo va infatti evidenziato che la notevole distanza tra il luogo di residenza del padre (Andora) e la città ove la D. progetta di andare ad abitare stabilmente con il suo nuovo compagno (dal quale essa è in procinto di avere un nuovo bambino) è indubbiamente tale da precludere al G. (o quantomeno da rendere ad esso estremamente problematica) la possibilità di intrattenere stabili e continuativi
rapporti con il figlio, con conseguente inevitabile lesione del diritto di quest’ultimo alla bigenitorialità; ciò, si aggiunge, appare tanto più evidente nella
fattispecie ove si consideri che le difficoltà logistiche cui darebbe luogo la distanza dalla Liguria del nuovo luogo di residenza della madre non potrebbero
essere superate neanche avvalendosi di mezzi di trasporto diversi dall’automobile (non risulta infatti che tra la regione Liguria e la città di Rimini sussistano collegamenti aerei diretti)".

Trib. Savona, decr., 6 maggio 2015

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Ok